un'Associazione di Cittadini che vogliono promuovere e produrre nel Territorio le Energie Rinnovabili. —> Partecipa anche tu agli eventi e prenotando le quote che vuoi dal link sotto ↓↓↓↓↓

FAQ

Frequently Asked Questions, o “Domande poste frequentemente”

Di seguito elenchiamo alcune delle domande più frequenti che ci vengono poste:

Cos’é Comunità Energetica ?

Vai alla pagina relativa.

Come faccio ad avere più informazioni ?

Se hai già letto questa pagina fino in fondo e non hai trovato risposte alle tue domanda, puoi scriverci a questa email, verrai contattato al più presto e ti faremo avere un numero di telefono e se vorrai potrai chiamarci o farti chiamare.

Perché dovrei investire in questo progetto invece di tenere i soldi in Banca o in Titoli, obbligazioni, etc… ?

Stai investendo  su un progetto che ha una ricaduta immediata e di valore sul territorio, contribuisci attivamente al risparmio energetico, contribuisci al risparmio della spesa pubblica (il denaro risparmiato dall’amministrazione per la bolletta elettrica verrà veicolato per altri progetti in ambito scolastico o di servizi alla persona), più sarà grande l’impianto più valorizzi concretamente il tuo capitale incrementandolo nel tempo con interessi annuali che sono superiori agli interessi derivanti da investimenti in Titoli di Stato, Buoni del Tesoro etc…

Come fa un Associazione a distribuire utili ?

La forma associazione non pregiudica di potere svolgere una attività commerciale, che non si possano distribuire utili non è vero:  semplicemente, vengono tassati ai fini ires e irap,
Infatti si possono raccogliere fondi:
Lo statuto lo prevede:
“l’elemento distintivo degli enti non commerciali è costituito
dal fatto di non avere quale oggetto esclusivo o principale
lo svolgimento di un’attività di natura commerciale.”

“l’oggetto esclusivo o principale dell’attività è determinato
in base alla legge, all’atto costitutivo o allo statuto (…)”
cit. dalle istruzioni allal dichiarazione dei redditi degli enti non
commerciali ed equiparati:
“se l’associazione svolge un’attività commerciale, tratterà i
redditi revenienti come previsto dalla legge”.

Una volta che ho prenotato le mie quote cosa succede ?

Si attenderà fino a metà settembre, a quel punto verrà fatto un primo preventivo tenendo conto delle quote raggiunte, poi verrai contattato per farti sapere in base al preventivo a grandi linee la resa dell’impianto (vedi prospetto economico). A questo punto dovrai associarti con una quota di circa 10 euro e diventato socio ti comunicheremo come e dove versare i soldi delle quote.

Perchè il Comune concede il tetto di un edificio pubblico per questa iniziativa ? E perché proprio una scuola ?

Perchè oltre ai benefici derivanti dalla riduzione della bolletta elettrica della scuola, in base alla Direttiva Europea 28 (quella del 20-20-20) che pone in capo ai comuni i piani energetici, questi hanno tutto l’interesse a produrre sul territorio energia rinnovabile per evitare di essere poi costretti ad acquistarla, anzi in caso di eccesso potranno venderla ai comuni meno virtuosi. Una scuola come le Fantini perché: comunale, con una superficie grande e ben irradiata e perchè anche i bimbi che la frequentano saranno più sensibilizzati a questo tema.

Come faccio a essere sicuro che il comune mi verserà la quota di conto energia che mi spetta per 20 anni ?

Il comune oltre a fare da garante in questa iniziativa, come scritto in delibera sottoscriverà con l’Associazione (e quindi tutti i soci) un contratto ventennale in cui oltre a ricevere gratuitamente l’intero impianto si impegnerà a girare  i proventi del contributo statale per tutta la durata prevista (20 anni) a Comunità Energetica la quale provvederà a sua volta a ripartirlo proporzionalmente alle quote presso i propri associati che hanno partecipato.

Mi hanno riferito che  l’uso dei tetti di immobili pubblici sarebbe impugnabile da parte dei soggetti non invitati a partecipare (manca un bando pubblico) e quindi esclusi a priori da tale concessione.

Attraverso la delibera comunale del 19 maggio 2011 (in cui vengono chiariti anche altri punti), che richiama in particolare i principi di sussidiarietà (vedi l’art. 23 del DL 185/2008, convertito con L. 2/2009)

comunitaenergetica.files.wordpress.com/2011/06/deliberagiunta71_19mag2011.pdf

il Comune approva ad unanimità l’iniziativa senza bisogno di un bando.

Non mi è chiara la voce “detassazione del 36% dell’investimento” e come si farebbe a detassare ?

Sempre all’ Art. 23 dal titolo: Detassazione dei microprogetti di arredo urbano o di interesse locale operati dalla societa’ civile nello spirito della sussidiarieta’.

Si dice: “Le spese per la formulazione delle proposte e la realizzazione delle opere sono, fino alla attuazione del federalismo fiscale, ammesse in detrazione dall’imposta sul reddito dei soggetti che le hanno sostenute, nella misura del 36 per cento, nel rispetto dei limiti* di ammontare e delle modalita’ di cui all’articolo 1 della legge 27 dicembre 1997, n. 449 e relativi provvedimenti di attuazione, e per il periodo di applicazione delle agevolazioni previste dal medesimo articolo 1.

il sistema in sostanza è quello del condominio:

l’associazione apre un proprio conto corrente, paga i lavori con i contributi dei cittadini aderenti e rilascia a fine anno una certificazione dei costi sostenuti in modo che ciascun aderente si porti in detrazione la propria quota di bonus irpef, nella propria dichiarazione dei redditi.

il riferimento alla normativa istitutiva del 36% e successive modificazioni comporta:

1. comunicazione preventiva a Pescara (dal 14 maggio non è più obbligatoria);

2. pagamenti a mezzo bonifico bancario;

3. il bonus si calcola su un importo max di 48.000 euro complessivi*, quindi al max 17.280 da dividere proquota tra gli aderenti ed indipendentemente dal fatto che i costi vengano sostenuti in più anni: 48.000 x 36% e basta.

4. il bonus scade, secondo la normativa attuale, il 31/12/2012.

http://www.parlamento.it/parlam/leggi/09002l.htm

Una volta realizzato l’impianto e ceduto al Comune, come viene garantita la regolare manutenzione e/o la celere riparazione in caso di guasto e/o rottura di elementi? A carico di chi tali operazioni? Chi controlla?

Il contratto stipulato con il Comune dovrà prevedere come da accordi la manutenzione a suo carico, per ridurre il più possibile i tempi di fermo impianto saranno utili controlli anche da parte dell’Associazione o fisicamente o attraverso sistemi remoti opportuni.

Per appoggiare l’iniziativa senza fare parte dell’associazione non sarebbe meglio e più trasparente per tutti predisporre un semplice contrattino da firmare?

Per appoggiare l’iniziativa c’è l’obbligo di iscriversi all’Associazione con una quota di 5 Euro come comunicato a chi ha già iniziato ad appoggiare il progetto, l’iscrizione all’Associazione e quindi l’approvazione dello Statuto è come fosse un contratto vincolante tra socio ed associazione, rispetto al Comune invece prossimamente verrà fatto un contratto tra Associazione e Comune in pieno rispetto dello Statuto e della Delibera Comunale.

Quanto mi renderà in termini economici ?

Sottolineando che questo tipo di iniziativa nasce da valori di collettività, sussidiarietà e sostenibilità abbiamo comunque predisposto un piccolo prospetto economico.

Relativamente alla detrazione del 36%
Perchè la cifra “spesa sostenuta” non corrsiponde a quanto ho versato?
Perchè la detrazione si applica solamente a quanto “pagato” per la realizzazione del’impianto e non per le altre spese sostenute -bollettini ENEL, allacciamento, spese bancarie ….. –
Come si calcola la detrazione?
Calcolando il 36% della cifra indicata a fianco del proprio nome (quest’ultima dovrà essere spalmata negli anni secondo la normativa vigente).
Annunci

Commenti su: "FAQ" (1)

  1. […] Comunità Energetica FAQ […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: