un'Associazione di Cittadini che vogliono promuovere e produrre nel Territorio le Energie Rinnovabili. —> Partecipa anche tu agli eventi e prenotando le quote che vuoi dal link sotto ↓↓↓↓↓

Giovedì 16 e 23 Febbraio Comunità Energetica (Lorenzo e Riccardo) ha incontrato tutti gli alunni delle terze, quarte e quinte elementari delle scuole Fantini a San Lazzaro di Savena per 2+2 ore di introduzione alle energie rinnovabili. Dopo avergli spiegato cosa è successo sul loro tetto, attraverso semplici spiegazioni e divertenti esperimenti abbiamo fatto vedere come è facile trasformare le energie. Infatti erroneamente si dice “creare” energia, ma in realtà l’energia è ovunque intorno a noi, la difficoltà stà nel trasformarla in una sorgente utile. E così oltre ad una piccola casa per le bambole trasformata in casa ecologica  (con i pannelli come se fosse la scuola) con tanto di una piccola lavatrice e luci che si accendono al buio, facciamo girare  motorini e accendere luci tramite piccoli pannelli, micro pale eoliche mosse dal soffio dei bambini, una cella di Peltier che li aziona con il calore della mano e altro e intanto spieghiamo come sono fatte queste cose con un generatore a magneti permanenti fatto da una calamita che gira sopra ad una bobina e spiegando come a partire dalla semplice “sabbia” (Silicio grezzo come argilla, granito, quarzo, etc.)  trasformandola in silicio si fanno i pannelli fotovoltaici (per ulteriori dettagli andare alla pagina relativa alla formazione).

I bambini sono molto affascinati da tutto questo e forse i più piccoli ci vedono anche qualcosa di un po magico, ma le tante domande che ci hanno fatto e i complimenti delle maestre ci hanno convinti che sia stata una cosa molto bella e utile.

In passato ho fatto altre di queste giornate con bambini (in un campeggio, in piazza a Bologna e a Sestola e alla festa del baratto) e sono sempre state molto apprezzate e richieste (più scuole hanno fatto delle proposte), l’unico problema è la difficoltà di trovare il tempo per fare queste iniziative che spesso sono da svolgere in orari lavorativi (in questo caso infatti è stato possibile grazie anche alla collaborazione di FIOM Bologna e della RSU dell’azienda in cui lavoro). Per questo sarebbe bello poter “formare” dei volontari (bastano poche ore) in modo che lo facciano direttamente loro nelle scuole e possano “amplificare” questa bella iniziativa.

Riccardo

Di seguito alcune foto degli incontri:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: